sabato 1 agosto 2015

QUAND'ANCHE

 
Le poesie esprimono sempre qualcosa di molto personale, trasmettendoci i sentimenti di chi le scrive. Attraverso di loro scopriamo quello che l’autore ha dentro di lui e ci troviamo a fronteggiare di colpo le sue emozioni.  “Emozioni”, infatti, è la raccolta di poesie di Franco Calzone, persona a me cara, dove lui esprime tutto il suo amore per le stagioni che scorrono, per la natura, per le persone che gli sono più vicine mettendo a nudo i sentimenti che agitano l’animo umano. Franco colpisce il lettore con semplicità, facendoci percepire i suoi versi come nostri, dandoci la possibilità di riconoscerci nel suo mondo e facendoci amare le cose che lui ama. Anche nella sua fatica di vivere non c’è solo rassegnazione perché c’è una presa di coscienza fondata sulla speranza e sull’amore (Aldo Maturo)


(A Mariangela)
 Quand'anche
tu non avessi più piedi
io
avrò piedi per te;
quand'anche
tu non avessi più gambe,
io
avrò gambe per te;
quand'anche
tu non avessi più braccia
io
avrò braccia per te.
E
quand'anche
tu non avessi più mani
e spalle
e orecchi
e bocca
e occhi,
io
avrò mani
e spalle
e orecchi
e bocca
e occhi
per te.
Ma tu
non perderti, amore!
Camminerai sui miei piedi,
ti reggerai sulle mie gambe,
ti sosterrai sulle mie braccia, 
ti spingeranno le mie mani,
ti porteranno le mie spalle, 
udrai coi miei orecchi,
parlerai con la mia bocca
e vedrai con i miei occhi.
E quand'anche
al termine del mio viaggio
io non avessi
più fiato,
raccoglierò
il mio ultimo respiro
e lo aliterò su te.
_________________
Francesco Calzone, "Emozioni",  Ediz. Libro Italiano. Il libro fa parte di una collana di poesia contemporanea che ospita importanti poeti italiani e stranieri.
L'autore è nato a Reino (BN) e vive a Castelpagano (BN) dove esercita la professione di medico chirurgo.