domenica 8 giugno 2014

IUC, IMU,TASI,TARI: SOLO PER CAPIRCI QUALCOSA


Aldo Maturo
E’ solo la fantasia del nostro legislatore ad aver dato alle  tasse diversi nomi per confondere gli italiani che si disperdono nella giungla delle varie sigle fiscali. Negli ultimi anni la tassa sulla casa, ad esempio, ha cambiato nome dieci volte (Isi, Invim,Ilor,Ici, Imu, Trise, Tari,Tasi, Tuc e, da ultimo, Iuc). Una cosa non è cambiata. L’oggetto (la casa) e il destinatario (il contribuente).
Dal 1^ gennaio di quest’anno è nata la IUC (Imposta Unica Comunale). Non si capisce perché l’hanno chiamata Unica visto che invece è formata da tre diversi tributi: L’IMU, la TASI e la TARI.

IMU (IMPOSTA MUNICIPALE UNICA): La pagano le case di lusso (A/1, A/8, A/9)  e le case diverse dall’abitazione principale (seconde case, case al mare, in montagna, etc..), negozi, uffici, secondo box auto, seconda cantina, etc. Non è dovuta, quindi, per l’abitazione principale e relative pertinenze (primo box, prima cantina, primo garage). Non è dovuta neppure dai costruttori edili sulle case invendute, dagli agricoltori sugli immobili ritenuti strumentali, sulla casa assegnata dal Tribunale al coniuge separato o divorziato.
 La scadenza per il pagamento è il 16 giugno 2014, il 16.12.2014 o, in unica soluzione, il 16.6.2014.
TASI (TASSA SERVIZI INDIVISIBILI): è la nuova imposta nata nel 2014 e si applica su tutti i fabbricati, le pertinenze e le aree fabbricabili (praticamente ha sostituito la vecchia IMU). Deve essere pagata sia dai proprietari che dagli occupanti degli immobili, come gli inquilini, se hanno occupato l’alloggio per un periodo superiore a sei mesi. Questi ultimi però dovranno versarne una parte compresa tra il 10% e il 30% del totale. I soldi di questa tassa servono per la gestione dei cosiddetti servizi indivisibili, cioè quei servizi come la pubblica illuminazione, il verde pubblico, l’anagrafe o la manutenzione delle strade.
Scadenza di pagamento: 16 giugno 2014 e 16.12.2014 o, in unica soluzione, 16.6.2014.

TARI  (TASSA RIFIUTI). E’ la tassa sui rifiuti  che l’anno scorso si chiamava Tares. Si calcola in base al numero di persone che vivono nella casa sottoposta a tassazione ed ai metri quadrati. E’ dovuta da chiunque utilizzi locali o aree scoperte che siano in grado di produrre rifiuti. Scadenza di pagamento: 16.6.2014, 16.8.2014, 16.10.2014, 16.12.2014 o, in unica soluzione, 16.6.2014.

Tutte e tre le imposte possono essere versate tramite modello F24. In genere i Comuni inviano al contribuente il modello di pagamento già compilato. Basta andare in banca, alla posta o pagare da casa con l’home banking. E naturalmente avere i soldi per pagare.