mercoledì 3 settembre 2014

DALLA CHIESA : L'ULTIMO BIGLIETTO


3 settembre 1982 - 2014 : 32 anni dopo
“« [...] ci sono cose che non si fanno per coraggio. Si fanno per potere continuare a guardare serenamente negli occhi i propri figli e i figli dei propri figli. C’è troppa gente onesta, tanta gente qualunque, che ha fiducia in me. Non posso deluderla. » Dalla Chiesa, da una lettera al figlio Nando.
 

Aldo Maturo


  Quel biglietto lo conservo da 32 anni, è ormai sbiadito ma è l’ultimo saluto inviatomi da Dalla Chiesa prima di essere ucciso. La calligrafia è quella della moglie cui lui, indaffarato come Prefetto, aveva sicuramente detto di rispondere ai miei auguri inviatigli per il suo matrimonio.

Li conservo tutti quelli che mi ha scritto di suo pugno in varie occasioni, durante quei terribili cinque anni in cui ho avuto l’onore di aver lavorato con lui, ma l’ultimo è il più simbolico, il più tragico perché porta stampigliato il timbro postale “3.9.82 – 21”. 21 è l’ora in cui è stato apposto il timbro. Un quarto d’ora dopo, 21,15, Dalla Chiesa ed Emmanuela Setti Carraro vengono barbaramente uccisi in Via Carini mentre a bordo della piccola A112 di dirigono come due sposini a cena all’Hotel La Torre.

Il biglietto naturalmente mi è pervenuto dopo qualche giorno dalla sua morte, quando ancora i giornali rilanciavano  quella triste e misteriosa pagina della storia d’Italia, ed è facile immaginare la commozione nel leggerlo, resa ancora più struggente nel vedere giorno e ora di spedizione.

3 settembre 1982-2014 : 32^ anniversario di una morte annunciata.
cliccare per ingrandire